Condivisione di contenuti: chi la spunta tra desktop e mobile?

  • 0
  • 29 agosto 2013
Condivisione di contenuti: chi la spunta tra desktop e mobile?

Condivisione di contenuti: chi la spunta tra desktop e mobile?

A qualcuno potrà risultare strana come cosa ma nonostante la sempre maggiore diffusione di dispositivi quali smartphone, phablet e tablet, è da desktop che vengono eseguite la stragrande maggioranza delle operazione online.

Da mobile, invece, solitamente vengono effettuate operazioni prettamente social. Il riferimento è, nello specifico, alla condivisione di contenuti di vario genere su Facebook, Twitter e Pinterest.

A dimostrarlo è una recente ricerca effettuata dall’azienda di social media marketing ShareThis che, previo confronto tra miriadi di azioni social, ha permesso di comprendere quanto e come viene utilizzato il desktop e il mobile per accedere ad internet ed in particolar modo per la condivisione dei contenuti.

L’integrazione tra le due esperienze diventa sempre più forte

Il fatto che da desktop vengano effettuate la maggior parte delle attività in rete e che il mobile venga sfruttato soprattutto per le operazioni social fa però ben comprendere quanto giorno dopo giorno l’integrazione tra le due esperienza stia diventando sempre più forte.

Spesso, infatti, capita che una conversazione avviata, ad esempio, dall’app Facebook Messenger installata sul proprio smartphone continui, magari dopo qualche ore, sulla versione web del celebre social network.

Si tratta dunque di una situazione che, studio di ShareThis a parte, va a verificarsi in maniera sempre più frequente anche e sopratutto grazie alla disponibilità di app e servizi compatibili sia con i device mobile sia con i computer.

L’iPhone è il device mobile più social di tutti

La ricerca ha anche portato a galla una piccola curiosità: l’iPhone è il dispositivo mobile più social in assoluto.

Stando a quanto emerso le probabilità di condivisione da iPhone risultano ben tre volte maggiori rispetto a quelle effettuate da desktop e una volta e mezzo rispetto a quelle eseguite da altri dispositivi mobili. Il 12,4% degli utenti è infatti più propenso a condividere contenuti da iPhone piuttosto che da altri dispositivi.

Al secondo e al terzo posto in classifica si collocano invece i device Android e poi BlackBerry con, rispettivamente, il 7,4% e il 6,3% degli utenti.