Cosa accade online ogni 60 secondi?

  • 0
  • 2 settembre 2013
Cosa accade online ogni 60 secondi?

Cosa accade online ogni 60 secondi?

Avete mai provato ad immaginare cosa accade online ogni 60 secondi? Probabilmente in molti si saranno già posti la domanda ma riuscire ad ottenere una risposta precisa non solo in fatto di azioni ma anche in termini numerici può essere davvero molto difficile.

A placare la sete dei più curiosi ci ha però pensato Qmee che ha raccolto tutta una serie di interessanti dati grazie ai quali è stato possibile comprendere cosa accade online ogni minuto della giornata.

Stando a quanto emerso ogni 60 secondi su internet vengono effettuate ben 2 milioni di ricerche su Google, su Facebook, invece, vengono caricati 41 mila nuovi post, 1,8 milioni di Like e 350 GB di dati mentre su Twitter si registrano ben 278 mila tweet.

Continuando ad analizzare i dati forniti da Qmee si apprende inoltre che su Instagram vengono postate 3.600 nuove foto, su Pinterest il numero di utenti attivi risulta pari ad 11 milioni, su Linkedin vengono effettuate 11 mila ricerche professionali e su YouTube viene effettuato l’upload di 72 ore di video senza contare poi che in soli 60 secondi vengono anche scaricate circa 15 mila tracce da iTunes e vengono rilevati ben 1,4 milioni di minuti di telefonate su Skype.

Per quanto riguarda invece l’e-commerce su Amazon vengono fatturati 83 mila dollari mentre sono ben 17 mila le transazioni registrare da Walmart.

Ma non finisce qui! In un solo minuto vengono inoltre creati 571 nuovi siti web e 371 nuovi blog su WordPress, vengono registrati 70 nuovi domini e vengono inviate ben 204 milioni di email.

Cosa accade online ogni 60 secondi?

Avreste mai detto che in un lasso di tempo così breve nel mondo potessero essere eseguite tutte queste operazioni?

In effetti considerando che quotidianamente ognuno di noi effettua simultaneamente più operazioni come, ad esempio, leggere un post online, chattare con un amico su Skype, caricare un video su YouTube e postare uno status su Facebook c’era da aspettarselo che in un solo minuto potessero essere effettuate tutte queste operazioni ma veder riportato il tutto in cifre lascia decisamente di stucco.