Esiste il ROI dei Social Media?

  • 0
  • 6 agosto 2013

 

socialmedia calculator | isayweb! |

Si può azzardare un’asserzione: il R.O.I dei social media non esiste.

Il ROI (Return On Investments) è un calcolo del possibile profitto di un capitale investito. Per questo calcolo finanziario occorrono due elementi: il ‘numeratore’ (profitto, composto da guadagno lordo meno il costo dell’investimento) e il ‘denominatore’ (il costo dell’investimento).

I social media, invece, sono quei servizi atti alla condivisione di contenuti testuali, immagini, video e audio che coinvolgono, di fatto, gli utenti in una comunicazione dinamica. Ciò che è cambiato rispetto a prima è proprio il rapporto tra i protagonisti della comunicazione: si è passati da una comunicazione unidirezionale ad una bidirezionale perchè l’utente è sia fruitore di contenuti sia generatore.

Quindi, a voler essere precisi, risulta ‘inutile’ o almeno troppo generico chiedere quale sia il Roi dei social media perchè si fa riferimento ad un contenitore vario di media.

Bene. Allora stringiamo il campo di analisi: “Quale è il ROI di Facebook”? Potrebbe risultare inutile anche questo quesito perchè troppo generico.

Il ROI andrebbe calcolato su una specifica attività di una piattaforma, selezionando un determinato periodo. Quale è il ROI se sposto il 20% delle risorse economiche dei punti vendita di un’azienda creando, ad esempio, pagine apposite su Facebook  nel prossimo trimestre?

Bisogna tenere conto che il ROI è solo uno dei tanti indici di profittabilità e che non tutte le attività dei social media devono essere calcolate in termini di Return On Investments.

La validità strategica di un’attività sui social può essere misurata in base all’analisi delle relazioni (per capire quali tipi di persone, ad esempio, seguono una certa pagina di Facebook o un certo account), un’analisi del ‘sentiment’ in relazione ad una particolare discussione e l’analisi delle interazioni (per valutare la capacità di un’azienda di entrare in contatto con gli utenti)

Appare ormai evidente che i manager che operano nel settore dei social media, debbano contare più sulla qualità delle relazioni rispetto alla quantità. L’ideale sarebbe trovare un giusto equilibrio per vedere raggiunti i propri obiettivi.