Facebook lancia Groups, l’app standalone per i gruppi

  • 0
  • 21 novembre 2014
Immagine con il logo della nuova app Facebook Groups

Chi ha avuto modo di collegarsi allo store digitale del proprio device mobile probabilmente ci ha già fatto caso: nel corso degli ultimi giorni Facebook ha reso disponibile una nuova app per smartphone e tablet denominata Groups.

Immagine con il logo della nuova app Facebook Groups

Si tratta di un’app standalone che, così come preannunciato nei mesi scorsi e così come spiegato dallo stesso team del social network, consente di accedere con maggiore facilità alll’attività dei propri gruppi Facebook ed eventualmente di crearne di nuovi.

Andando ancor più nel dettaglio Facebook Groups permette di vedere direttamente su una sola interfaccia tutti i gruppi con cui si collabora maggiormente. I gruppi più attivi vengono inoltre spostanti in una zona di rilievo ed in tal modo è quindi possibile accedere alle proprie cerchie social dedicate al medesimo ambito in men che non si dica. Ogni gruppo può essere gestito in modo separato e per ognuno è possibile seguire facilmente le notifiche.

Diversamente da Facebook Messenger, che obbliga all’utilizzo dell’app per poter chattare con gli amici, la nuova app del social network numero uno al mondo non esclude la possibilità di accedere ai gruppi anche dall’app base di Facebook. Facebook Groups, infatti, va semplicemente a semplificare l’accesso ai gruppi in mobilità.

Immagine che mostra il funzionamento di Facebook Groups su smartphone

Tenendo conto delle sue caratteristiche Facebook Groups sembra dunque avere numerosi punti in comune con Facebook at Work, il lato business del social network che secondo le indiscrezioni dovrebbe esser lanciato entro tempi brevi.

Continua quindi la strategia che Facebook persegue per la propria azione su piattaforma mobile ovvero non una sola applicazione su cui convogliare tutto ma più applicazioni standalone per differenti aspetti specifici del social network.

Da notare che al momento non è prevista alcuna pubblicità su Facebook Groups ma per il futuro l’ipotesi non è da escludere considerando che potrebbe trattarsi di un’ottima opportunità di monetizzazione andando a trattenere gli utenti anche al di fuori del tradizionale social network.