Facebook: i messaggi ai Vip diventano a pagamento

  • 0
  • 13 aprile 2013
find_us_on_facebook

find_us_on_facebook

Chi di noi non ha mai pensato di scrivere su Facebook a un personaggio famoso come Vasco Rossi, Tom Cruise o Madonna? Ebbene d’ora in poi sarà possibile mandare un messaggio alle celebrità preferite solo a pagamento.

A inaugurare questi nuovi messaggi vip a pagamento è stato proprio il fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg, che ha fissato una “tassa” di ben 100 dollari per contattarlo. Questa nuova funzione è stata testata con un certo successo negli Stati Uniti, su un ristretto numero di personaggi famosi, e ora il test si è spostato nel Regno Unito, dove un selezionato gruppo di celebrità farà da apripista al servizio.

Le prime indiscrezioni rivelano che il costo dei messaggi subirà variazioni a seconda del vip che si desidera contattare, e verrà calcolato da un specifico algoritmo in grado di valutare la popolarità dell’utente. Il numero di amici è solo uno dei parametri presi in considerazione dall’algoritmo, a cui presto se ne aggiungeranno altri, sempre in fase di test. Ma in sintesi possiamo tranquillamente affermare che più il personaggio è famoso, più il prezzo dei messaggi sarà alto.

Facebook ha dichiarato che la decisione va vista come un tentativo di arginare lo spam presente su Facebook, di cui i vip sono le vittime eccellenti, oltre ad essere un buon deterrente per gli stalker. Però c’è da aggiungere che i messaggi a pagamento non coinvolgeranno solo le celebrità, ma verranno applicati anche agli utenti Facebook che non fanno parte della nostra lista di amici.

Ma chi ci guadagna veramente da questa curiosa ”tassa”? In primo luogo Facebook, a cui andrà tutto il ricavato. Infatti per il momento nessuno dei personaggi famosi intascherà un soldo dai messaggi a pagamento, ma la situazione potrebbe cambiare una volta terminata la fase di test. Allora Facebook potrebbe trasformarsi in una redditizia fonte di reddito per cantanti, attori, scrittori ma anche per i politici, oramai assidui frequentatori del social network in blu.

Dopo gli Stati Uniti e la Gran Bretagna, oggi i messaggi a pagamento per i vip vengono sperimentati in 36 nazioni, e non è escluso che giungeranno presto anche in Italia.