Facebook ridurrà la pubblicità nel News Feed

  • 0
  • 26 novembre 2014
Immagine che mostra il logo di Facebook curvato

Il fatto che di tanto in tanto il team di Facebook decida di metter mano al News Feed nel tentativo di ottimizzarne la visualizzazione dei contenuti condivisi ormai non stupisce più di tanto. Quel che tuttavia incuriosisce e spesso sorprende sono le modifiche che Mark Zuckerberg e la sua squadra decidono di apportare. A tal proposito proprio nel corso degli ultimi giorni Facebook ha annunciato nuovi cambiamenti al News Feed al fine di diminuire il numero di messaggi promozionali che gli utenti potranno visualizzare.

Immagine che mostra il logo di Facebook curvato

Facebook ha infatti deciso di introdurre nuove verifiche e controlli relativi al numero e ai contenuti dei post promozionali in maniera tale che gli iscritti possano visualizzare all’interno dei loro News Feed gli elementi che davvero vogliono vedere. La modifica, è però bene sottolinearlo, non sarà immediata ma entrerà in vigore a partire da gennaio 2015.

La modifica al News Feed farà senz’altro la felicità di molti utenti ma renderà decisamente meno contenti le aziende presenti sul social network che dopo aver lavorato duramente per aumentare la propria visibilità all’interno del social network nei prossimi mesi vedranno ridursi, seppur sensibilmente, la visualizzazione dei loro post andando contestualmente a perderne in popolarità e possibili guadagni. Le aziende che vogliono continuare a pubblicizzare i propri prodotti si ritroveranno quindi costrette a pagare per la pubblicazione di annunci commerciali in grado di garantire i medesimi risultati raggiunti ad oggi.

La modifica in questione è il frutto di un sondaggio condotto tra gli utenti. L’indagine ha coinvolto centinaia di migliaia di persone alle quali è stato chiesto cosa pensassero dei contenuti visualizzati sul News Feed. La stragrande maggioranza degli iscritti ha risposto che avrebbero desiderato poter visualizzare un maggior numero di notizie di amici e pagine reputate interessanti ed un minor numero di contenuti promozionali.

Unitamente al dato in questione è emersa anche un’altra interessante informazione. Analizzando in maniera estremamente accurata i dati ottenuti Facebook ha rilevato che molti contenuti che le persone ritengono essere fastidiosi sono post di pagine a cui gli stessi iscritti hanno accordato un Mi piace ma non inserzioni. Anche se apparentemente senza logica tale risultato può essere facilmente spiegato. La sezione Notizie dispone di verifiche relative al numero di inserzioni che una persona vede e alla loro qualità ma ciò non avviene in modo altrettanto capillare per i post promozionali delle Pagine.