Facebook vuole trasformare Messenger in una piattaforma

  • 0
  • 25 marzo 2015
Foto che mostra l'app Facebook Messenger su uno smartphone

In occasione della conferenza F8 riservata agli sviluppatori in programma per oggi e per domani a San Francisco Mark Zuckerberg e la sua squadra annunceranno alcune importanti novità per quanto concerne Facebook Messenger.

Foto che mostra l'app Facebook Messenger su uno smartphone

Stando infatti a quanto emerso nel corso degli ultimi giorni Facebook permetterà alle app di terze parti di aggiungere contenuti all’ormai celebre servizio di messaggistica. Complessivamente si parla di ben 20 servizi, alcuni dei quali accessibili sin da subito. Si tratta dunque di un’imporatnte ed interessante novità che andrà sicuramente ad aprire a Facebook nuovi orizzonti e che, cosa ancor più importante, trasforma Facebook Messenger in una piattaforma a sé stante.

Allo stato attuale delle cose Facebook Messenger consente di inviare e di ricevere messaggi, chiamate telefoniche, foto, sticker, video, messaggi vocali e, per “chiudere in bella”, anche denaro. Tali features sono tuttavia accessibili solo ed esclusivamente mediante i server di Facebook, uno scenario questo destinato a cambiare nel corso dei prossimi giorni con l’espansione del servizio attraverso le applicazioni di terze parti.

Per meglio comprendere le intenzioni di Facebook per quanto riguarda Messenger è possibile esaminare WeChat e Line. Le due app sono infatti diventate dei veri e propri portali attraverso cui gli utenti possono accedere ad una vasta gamma di servizi che vengono offerti da aziende esterne. Ad esempio Line permette di effettuare pagamenti nei negozi, di acquistare contenuti premium, di condividere foto, di disegnare, di inviare biglietti di auguri, di creare collage fotografici, di leggere i manga, di seguire celebrità, squadre di calcio e reti TV. WeChat offre invece un servizio di pagamenti in mobilità mediante cui è possibile acquistare biglietti e pagare il taxi.

Facebook ha dunque intenzione di far evolvere Messenger rendendolo un servizio in grado di soddisfare maggiormente l’utenza del social network e di competere senza problemi con la concorrenza. Resta tuttavia da verificare se l’introduzione delle novità in oggetto andrà ad incidere negativamente sull’esperienza d’uso ed in particolare sull’autonomia dei device mobile.