Google e Nestlé trasformano le barrette KitKat in YouTube

  • 0
  • 26 maggio 2015
Foto che mostra l'etichetta con il logo YouTube da utilizzar per lo snack KitKat

La maggior parte degli utenti Android nonché degli appassionati all’universo del robottino verde di Google è sicuramente a conoscenza del fatto che oltre ad una denominazione alfanumerica progressiva per indicare le varie relase dell’ormai più che celebre piattaforma mobile Big G ha l’abitudine di scegliere un nickname che va a richiamare un prodotto dolciario. Trattasi di una scelta fatta dai programmatori Android per omaggiare la “fonte della sopravvivenza” a cui hanno dovuto il sostengo durante i periodi di scrittura del codice nonché il distributore automatico della sede di big G.

Foto che mostra l'etichetta con il logo YouTube da utilizzar per lo snack KitKat

A tal proposito nel 2013 Google aveva scelto di etichettare Android con il nome di uno degli snack più famosi al mondo: le barrette di cioccolato KitKat. Da ciò ha avuto inizio una partnership interessante e duratura tra il colosso delle ricerche in rete e quello dell’industria alimentare Nestlé.

Considerando l’esito particolarmente positivo della collaborazione Google e Nestlè hanno deciso, per quest’anno, di rinnovare la scelta fatta per poter celebrare al meglio gli ottanta anni di presenza sul mercato dello snack KitKat mettendo in pratica un’iniziativa di marketing molto interessante oltre che estremamente divertente.

In Gran Bretagna Google e Nestlè hanno infatti dato il via alla campagna denominata “YouTube my break” che così come suggerisce lo stesso nome prevede una sorta di scambio di prestiti tra brand, uno scambio tra il mondo online e quello offline che permette ad ambo le parti coinvolte di di ottenere un pezzo del proprio partner al fine di esaltere entrambi.

Una volta individuate le affinità tra due prodotti teoricamente distanti tra loro è stata infatti sviluppata una campagna in cui la commistione di generi manifestasse una interconnessione di identità e punti di forza tra Youtube e KitKat. Nestlè dal canto suo ha dunque provveduto a far stampare ben 600.000 etichette con su scritto YouTube in sostituzione del classico logo KitKat mentre Google ha preso in prestito il celebre claim “have a break, have a KitKat” facendolo diventare una voce personalizzata per la ricerca vocale sulla piattaforma video.

La collaborazione tra Google e Nestlé continuerà anche alla fine di questa nuova iniziativa di marketing? Per scoprirlo non resta altro da fare se non attendere.