Google+, maggiore controllo sul pubblico dei contenuti

  • 0
  • 7 ottobre 2014
Immagine che mostra il logo di Google+

Mediante la pubblicazione di un apposito post sul profilo business del proprio social network il team di Google ha comunicato l’introduzione di un’interessante ed importante novità su Google+. Trattasi della possibilità di escludere dalla visualizzazione dei propri contenuti alcune fasce di utenti in base all’età o alla posizione geografica.

Google+, maggiore controllo sul pubblico dei contenuti

In un’epoca in cui social network e social media giocano un ruolo di fondamentale importanza nell’esistenza delle persone sapere in maniera più o meno precisa chi visualizzerà e chi no uno specifico contenuto condiviso è indubbiamente molto utile e e l’introduzione della nuova feature su G+ è sicuramente indice del fatto che Google di ciò ne è ben consapevole.

Alcuni creatori di contenuti vogliono raggiungere clienti e fan di tutte le età, in tutto il mondo. Altri sono invece più cauti e desiderano condividere materiale solo con il pubblico dell’età giusta o in alcuni paesi. Da oggi Google+ permette sia a chi gestisce le Pagine che i profili personali di restringere la visualizzazione dei contenuti in base a età e localizzazione.

Per poter accedere all’area in cui sono presenti i nuovi parametri è necessario aprire la sezione Impostazioni del proprio account e selezionare poi la voce Pubblico presente nella parte superiore della schermata visualizzata. La finestra a cui si accede permette di selezionare varie voci da un apposito menu a tendina, quali: Chiunque, Utenti di almeno 18 anni, Utenti di almeno 21 anni, Relativo all’alcool e Personalizzato. Per concludere e confermare l’esecuzione dell’operazione è poi necessario selezionare la casella sottostante e fare click sul pulsante blu Salva.

Da notare che selezionando la voce Personalizzato annessa al menu a tendina è possibile accedere alla seconda parte della sezione, quella chiamata Impostazioni specifiche per Paese. Mediante tale sezione è possibile ottenere il controllo sul pubblico dei contenuti condivisi su Google+ digitando il nome di un territorio e, una volta individuato, impostando un’età minima necessaria per la visualizzazione.