Pinterest ed e-commerce, il punto della situazione

  • 0
  • 20 settembre 2013
Pinterest ed e-commerce, il punto della situazione

Pinterest ed e-commerce, il punto della situazione

Dal suo lancio sino ad oggi Pinterest è stato soggetto ad innumerevoli ed interessanti cambiamenti che lo hanno portato ad entrare a pieno titolo nella rosa dei social network per eccellenza.

Tra le tante novità introdotte alcune di esse posso rivelarsi particolarmente utili per l’e-commerce.

La ricerca recentemente condotta da VisionCritical può essere, in tal senso, decisamente illuminante.

Il piacere della scoperta si converte nell’acquisto del prodotto

Stando a quanto emerso circa il 43% degli utenti ha condiviso sui social network un prodotto che avevano acquistato o che avevano intenzione di acquistare mentre il 29% di questi li ha condivisi su Pinterest.

Se a tale dato si aggiunge poi il fatto che il 35% degli utenti presenti sui social network ha scoperto un prodotto grazie a Pinterest e che il 26% di questi era stato condiviso da un contatto allora si può meglio comprendere come Pinterest possa portare all’acquisto di un prodotto.

Come dimostrano tali dati su Pinterest il piacere della scoperta di un nuovo prodotto arriva rapidamente a convertirsi in un’azione concreta, in tal caso quella dell’acquisto, un processo questo che non si verifica in maniera così immediata anche su altri social network.

Le novità agevolano l’e-commerce

Tra le più recenti novità introdotte in Pinterest due sono sicuramente in grado di agevolare, e non poco, gli acquisti: i rich pin e il layout rinnovato.

I rich pin, ovvero le informazioni basilari sul prodotto, consentono di ottenere in un lampo tutti i dettagli di base che si desidera ottenere in merito ad uno specifico oggetto.

Anche il nuovo layout aiuta molto. Con il recente restyling è stata infatti introdotta un’interfaccia decisamente ben più intuitiva che in passato. Il pulsante Website posto ben in evidenza spinge inoltre in maniera maggiore a visitare il sito internet originario dell’utente che ha postato o del prodotto oggetto dell’attenzione.

Nuove features a parte anche l’impiego di alcuni appositi servizi online, come ad esempio Shopinterest, può rivelarsi utile.

Strutturare al meglio la propria presenza social è fondamentale

Per i privati e le aziende che hanno intenzione di sfruttare Pinterest come canale mediante cui far conoscere il proprio operato, avere successo e, sopratutto, tramite il quale alimentare l’e-commerce cercare di strutturare al meglio la propria presenza sul social network diviene dunque un dato di fondamentale importanza.

Naturalmente il cercare di mettere in atto una strategia completa e funzionale per il proprio nome o brand è un concetto che può e deve essere applicato anche ad altri social network.