Social Media: ecco 10 dati sorprendenti

  • 0
  • 24 luglio 2014
Social Media: ecco 10 dati sorprendenti

Social Media: ecco 10 dati sorprendenti

Quello dei social media è un universo costantemente in movimento ragion per cui avere a propria disposizione dati statistici ad essi relativi può risultare senza alcun dubbio molto utile al fine di comprenderne meglio le dinamiche.

A tal proposito, l’infografica che è stata realizzata dall’azienda americana Mainstreethost con la quale vengono illustrati ed indicati 10 dati sui social media può essere sicuramente illuminante, anzi sorprendente.

I dati, estrapolati dall’infografica e riportati di seguito, sono indicativi e soggetti a differenze locali ma possono comunque risultare molto interessanti oltre che in grado di offrire interessanti spunti di riflessione.

1 – I migliori sostenitori su Twitter sono quelli che hanno meno follower.

Considerando che meno di 1/10 delle menzioni arrivano da utenti influenti il “passaparola” degli utenti, per così dire, di minor rilevanza è tutt’altro che da sottovalutare.

2 – Su Twitter ci sono sei canali diversi di network.

Eccoli di seguito:

  • Gruppi che dividono in due l’opinione pubblica
  • Gruppi che uniscono l’opinione pubblica
  • Utenti che orbitano quasi esclusivamente intorno a un brand
  • Utenti appartenenti ad una specifica community
  • Network promozionali
  • Network dei supporter

3 – Il 58% dei marketer afferma che i contenuti scritti sono più importanti del visual.

Un dato questo che risulta in totale controtendenza rispetto al credo “un’immagine vale più di mille parole”.

4 – In base alle aspettative generali solitamente si ha meno di un’ora di tempo per rispondere a un tweet.

Il 53% degli utenti che scrive un tweet a un brand si aspetta una risposta entro un’ora. Per gli utenti privati i tempi di attesa previsti aumentano sensibilmente.

5 – La notte è il momento migliore per ricevere RT.

E poi dicono che “chi dorme non piglia pesci”.

6 – Il venerdì è il giorno migliore per l’engagement su Facebook.

L’ultimo giorno prima del weekend aumentano i commenti ma anche le condivisioni.

7 – Le foto generano molto più engagement sulle pagine Facebook aziendali.

L’87% delle condivisioni sono di post con foto al seguito.

8 – Facebook, Twitter e Pinterest sono i social media che portano maggiore traffico.

Pur facendo parte di una sfilza di dati sui social media che dovrebbero essere sorprendenti quello in questione risulta però un dato già noto ed oramai anche ben consolidato.

9 – È bene puntare a 28, 118 o 385 interazioni per post di pagine Facebook a seconda della relativa portata.

Ebbene si, anche nel campo dei social media trovare la giusta misura è di fondamentale importanza.

10 – Su Pinterest ogni singolo giorno della settimana è migliore per qualcosa.

Nel dettaglio:

  • Lunedì – Fitness
  • Martedì – Tecnologia
  • Mercoledì – Citazioni
  • Giovedì – Moda
  • Venerdì – Umorismo
  • Sabato – Viaggi
  • Domenica – Cibo/Arti e mestieri