I social media sono driver di vendite

  • 0
  • 16 settembre 2013
I social media sono driver di vendite

I social media sono driver di vendite

Quello che intercorre tra social media e marketing è un rapporto che nel corso degli ultimi tempi è diventato sempre più stretto. C’è dunque ben poco da sorprendersi del fatto che siano proprio le risorse social a guidare buona parte delle vendite.

Le conversazioni sui social media, specie quelle che avvengono su Facebook, Twitter e Pinterest, vanno infatti ad innescare dinamiche che spingono il consumatore ad effettuare acquisti, sia online sia offline.

I social media influenzano e determinano le decisioni di acquisto

I social media sono driver di vendite

Presa coscienza del fatto, piuttosto palese, che i social media sono in grado di determinare gli acquisti appare opportuno interrogarsi in merito al modo in cui tali risorse influenzano le decisioni degli utenti in tal senso.

Il report intitolato “From Social to Sale” di Visional Critical analizza la situazione mediante un apposito sondaggio condotto su un campione di 6 mila utenti e consente di farsi un’idea ben più chiara sulla situazione presa in esame e di ottenere una risposta.

Dal report si apprende infatti che il 40% degli intervistati ha acquistato un bene dopo averlo condiviso o suggerito su Facebook, Twitter o Pinterest, che tra tutti i social network attualmente presenti sulla piazza è quello di Mark Zuckerberg a guidare maggiormente i consumatori e che i social media non solo sono in grado di trainare gli acquisti in rete ma anche quelli fatti direttamente negli store, una pratica questa che va a braccetto con il cosiddetto showrooming, la dinamica che spinge i consumatori a provare i beni in negozio per poi acquistarli online.

Dal report di Visional Critical si apprende inoltre che a generare la maggior parte degli acquisti d’impulso è Pinterest, che il settore dell’elettronica è quello al primo posto tra i generi più acquistati in seguito all’influenza di Facebook e di Twitter mentre su Pinterest dominano food e bricolage e che coloro che effettuano più acquisti online sono gli utenti, sopratutto donne, che hanno un’età compressa tra i 18 e i 34 anni.

Non mancano poi dati inerenti il mobile. Il sondaggio ha infatti permesso di terminare che l’utente Twitter è quello più motivato ad effettuare acquisti tramite smartphone e che il 27% dei social shopper confronta sul proprio device mobile il prezzo di quanto visto in negozio con le alternative online.

Costruire un’efficace strategia di social media marketing

I social media sono driver di vendite

I dati portati alla luce da Visional Critical con il suo report sono sicuramente molto interessanti e permettono di comprendere a pieno lo stretto rapporto che intercorre tra vendite e social media ma consentono anche di farsi un’idea più o meno chiara in merito alla strategia di social media marketing da adottare.

Tali dati, infatti, possono essere utili per costruire un’efficace strategia di social media marketing e possono aiutare privati e realtà aziendali ad individuare la piattaforma social in grado di guidare meglio il proprio business.