Twitter, arrivano i messaggi diretti dagli sconosciuti

  • 0
  • 28 aprile 2015
Immagine che mostra la mascotte di Twitter sul globo terrestre

Nel corso degli ultimi tempi il team di Twitter si sta dando davvero un gran da fare per cercare di offrire tante nuove features in grado di rendere ancor più appetibile il servizio di micrblogging del fringuello azzurro.

Immagine che mostra la mascotte di Twitter sul globo terrestre

Infatti, unitamente alle tante novità annunciate nelle scorse settimane nel corso degli ultimi giorni il team di Twitter ha fatto sapere di aver rivoluzionato la funzione mediante cui è possibile inviare messaggi diretti dando la possibilità anche agli utenti che non si conosco di scambiarsi messaggi privati. Adesso gli utenti del social network dell’uccellino possono dunque ricevere e rispondere a chiunque mandi loro un messaggio diretto a prescindere dal fatto che il mittente sia un contatto conosciuto oppure no.

La volontà di Twitter è chiaramente quella di permettere ai suoi utenti di comunicare più rapidamente tra loro per ottimizzare l’esperienza d’uso unitamente al tentativo di provare ad attivare nuovi iscritti incuriositi da questa e dalle altre funzionalità.

Immagine che mostra la nuova funzione per inviare Dm agli sconosciuti

Per gli iscritti che vedono la nuova feature come rischiosa poiché temono che da un giorno all’altro possano vedersi inondare la casella dei DM com messaggi indesiderati non è però il caso di preoccuparsi. Di default la nuova feature è infatti disabilitata proprio per far fronte ad eventuali problemi di spam. Chi desidera fruire della nuova funzione dovrà dunque provvedere ad attivarla manualmente agendo dal pannello di settaggio di Twitter.

Da notare che nelle app per iPhone ed Android Twitter ha provveduto ad inserire un nuovo pulsante dedicato ai messaggi diretti al fine di incentivarne il loro utilizzo.

Il roll-out della nuova funzionalità dei messaggi diretti è già iniziato in tutto mondo ed allo stato attuale delle cose tutti gli iscritti dovrebbero già poter fruire della novità.

Da notare che il rilascio della funzionalità in questione non è cosa nuova per Twitter. Infatti, i vertici de famoso servizio di micrblogging ci avevano già provato nel 2013 ma molto probabilmente i tempi non erano ancora da considerarsi maturi.