Twitter, ecco la nuova funzione Mentre eri via

  • 0
  • 5 gennaio 2015
Foto che mostra un insieme di immagini dedicate a Twitter

Sul finire del 2014 il team di Twitter aveva chiaramente espresso le sue intenzioni di rendere disponibili tutta una serie di nuove funzionalità per il social network nel corso dei mesi successivi. A quanto pare il team del fringuello azzurro non ha perso tempo e dopo pochissimi giorni dall’inizio del nuovo anno ha scelto di rendere disponibile per i suoi utenti una nuova ed utilissima feature: “While You Were Away” che per noi italiani va a tradursi in un apparentemente meno profondo ma decisamente ben più chiaro “Mentre Eri Via”.

Foto che mostra un insieme di immagini dedicate a Twitter

Uno dei primi ad accorgersene è stato Eli Langer, Social Media producer di CNBC. Per il momento la funzionalità non è stata ancora annunciata in via ufficiale ma risulta già fruibile da un vasto numero di utenti i quali, appunto, hanno provveduto a segnalare come accedendo alla Home di Twitter adesso sia possibile trovare nella parte alta della stessa i tweet migliori, quelli che hanno ottenuto il maggior numero di condivisioni, da quando è stato effettuato l’ultimo accesso al social network.

Trattasi indubbiamente di una trovata molto utile e che dovrebbe permette di incrementare in maniera significativa il coinvolgimento degli utenti. Molto va però a poggiarsi su un algoritmo che dovrebbe selezionare i tweet, un fattore questo che non risulta estremamente conveniente per coloro che non sono soliti servirsi del social network su base giornaliera, in primis perché viene presentato un solo tweet per volta che occupa uno spazio rilevante.

Screenshot che mostra il funzionamento della nuova funzione Twitter While You Were Away

Ad ogni modo se sarà adottata ufficialmente e messa a disposizione di tutti “Mentre eri via” sarà senza ombra di dubbio la modifica più significativa alla timeline di Twitter da quando esiste il servizio perché per la prima volta in assoluto i tweet non saranno mostrati solo ed esclusivamente in ordine cronologico ma secondo un ordine di priorità scelto da un algoritmo e dunque in maniera più o meno analoga a quanto avviene già da tempo nella sezione Notizie di Facebook.