Video sui Social Media: le caratteristiche tecniche e analitiche

  • 0
  • 18 giugno 2015
Foto di un uomo che guarda un filmato

I video, è ormai cosa ben assodata, rappresentano il contenuto multimediale maggiormente diffuso in rete ed in particolar modo sui servizi di social networking. Proprio per la loro capacità di attirare l’attenzione degli utenti e per il loro essere altamente espressivi i video rappresentano inoltre una valida risorsa per le aziende e per i brand mediante cui fare del buon marketing.

Foto di un uomo che guarda un filmato

Non tutti i video sono però in grado di catturare in toto l’osservatore al punto tale da meritare una nuova condivisione online o quantomeno ulteriori visualizzazioni. Per far si che ciò accada un video deve inevitabilmente prestare specifiche caratteristiche tecniche ed analitiche.

A tal proposito il team di Marketing Land ha realizato un’interessante infografica che va ad evidenziare per filo e per segno le caratteristiche peculiari di ogni piattaforma che ospita video permettendo, in tal modo, di imparare a conoscerne potenzialità ed efficacia. I canali studiati sono YouTube, Facebook, Instagram, Twitter, Vine, Snapchat e Tumblr, ciascuno più o meno diffuso in Italia.

Caratteristiche tecniche

Per quanto concerne la parte tecnica ciò che più di ogni altra cosa e che è in grado di fare la differenza è la presenza di auto play e autoloop. L’autoplay è cosa comune a quasi tutte le piattaforme ed è sicuramente l’elemento più discutibile quando ci si trova su un canale multi contenuto e non si desidera sentire un audio che parte all’improvviso durante la navigazione. L’autoloop è invece più raro tra le varie piattaforme social.

Anche la lunghezza dei video massima è un altro discriminante che rende ogni canale specifico. YouTube è il canale sul quale si possono salvare quantità di dati elevati, segue Facrbook con 40 minuti massimo e Tublr con 5 minuti.

Sempre per quanto concerne la parte tecnica anche l’embed code, che consente di incorporare i video all’interno di un post, ha la sua notevole importanza.

Caratteristiche analitiche

Per quanto riguarda invece la parte analitica va specificato che ogni canale applica le sue regole e fornisce una piattaforma di monitoraggio più o meno avanzata. Su YouTube e Facebook è ben nota l’area dedicata agli insights dove è possibile conoscere nel dettaglio i dati riguardanti le statistiche sui video.

Per quanto riguarda il conteggio delle visualizzazioni per Youtube sono necessari 30 secondi di play per ottenere l’incremento mentre per Facebook, Instagram e Tumblr dopo che son trascorsi 3 secondi il contatore delle visualizzazioni si incrementa di uno. Per Twitter e Snapchat il conteggio è invece istantaneo.

É comunque innegabile il fatto che la presenza di un numero di visualizzazioni elevato renda appetibile la visione di un video piuttosto che no. La presenza di un numero elevato di interazioni è infatti quasi un consiglio per non perdere qualcosa di sorprendentemente interessate.