WhatsApp è il presente e il futuro del social media marketing

  • 0
  • 11 giugno 2014
WhatsApp è il presente e il futuro del social media marketing

WhatsApp è il presente e il futuro del social media marketing

Da quando social network e social media hanno fatto il loro avvento in rete divenendo poco alla volta parte integrante della vita delle persone blog e testate online risultano muniti di quelli che sono i pulsanti di condivisione sociale delle piattaforme maggiormente seguite ed utilizzate.

Considerando però il fatto che nel corso degli ultimi tempi c’è stata una sempre maggior diffusione non solo dei servizi di social networking ma anche di quelli di messaggistica sociale c’è davvero ben poco da stupirsi se accanto ai pulsanti per la condivisioni su Facebook, Twitter e company qualcuno abbia iniziato a considerare l’idea di inserire un pulsante mediante il quale condividere contenuti anche attraverso WhatsApp.

Il servizio di instant messaging ormai di proprietà di Zuckerberg rappresenta infatti il presente e il futuro del social media marketing e quanto fatto da BuzzFeed ne è senza alcun dubbio un’evidente dimostrazione. Infatti, da alcuni mesi a questa parte il laboratorio virale BuzzFeed ha cominciato a sperimentare l’inserimento del pulsante Share-to-WhatsApp accanto a quelli oramai storici di Facebook, Twitter e Pinterest ed accanto a quello per condividere contenuti tramite posta elettronica.

WhatsApp è il presente e il futuro del social media marketing

Sfruttando il pulsante WhatsApp è possibile inviare l’articolo che si sta leggendo ad utenti ed a gruppi di utenti segnalando quindi una specifica notizia ai propri contatti in modo diretto e privato, due caratteristiche queste che combinate all’alto grado di engagement e di appeal che WahtsApp suscita sull’utenza rendono davvero difficile da ignorare il contenuto condiviso. Qualora particolarmente interessante e/o divertente il contenuto condiviso in tal modo viene a sua volta condiviso dal ricevente andando a generare un vero e proprio effetto a cascata.

I risultati, in fatto di condivisione, ottenuti da BuzzFeed con l’introduzione del pulsante Share-to-WhatsApp hanno piacevolmente stupito i dirigenti del quotidiano: le condivisioni tramite WhatsApp sono state ben maggiori rispetto a quelle di Twitter, un dato questo di grande valore e che lo risulta ancor di più se si considera che il pulsante per ora funziona in via esclusiva con dispositivi iOS e che quindi computer ed altre piattaforme mobile sono completamente tagliate fuori.

Da notare che per il momento WhatsApp non offre un pulsante ufficiale per la condivisone dei contenuti ma chi desidera sperimentare quanto fatto da BuzzFeed può momentaneamente affidarsi ad un tool di terze parti raggiungibile all’indirizzo http://www.whatsapp-sharing.com.